20.1.13

"La ginnastica dell'anima preferisce le salite"

" I SE sono il marchio dei falliti.
Nella vita si diventa grandi NONOSTANTE."

M. Gramellini -Fa bei sogni (2012)


BLOG: "Tu non mi vuoi più bene"
Saam: "Ma cosa dici mai, creatura del vento: tu sempre stai tra le pieghe dei miei pensieri e ti dedico infiniti attimi"



BLOG: "Mi sento trascurato e ridimensionato. Ti vedo che mi guardi appena, mi accarezzi sbadatamente  e subito ti allontani.Ogni volta una nuova scusa: qualcos altro è sempre più urgente di me."
Saam: "Tu esisti in me: trasversalmente e incondizionatamente ma non pormi obblighi o vincoli. Ho bisogno di leggerezza e libertà.
Tu sei una certezza. Lì, coerente nella tua dimora e nel senso del tuo esistere. Sono io quella che vola e raccoglie frammenti di vento. A me, la discrezionalità del condividere, come e quanto"

BLOG: "Dimmi: c'è un altro..?"
Saam: "Ecco, appunto; l'Altro è la leggerezza. Veloce, Pensieri condensati in un 'click';    
Mi piace o Non mi piace e risponde al bisogno di superficialità. Ma non è una cosa seria. E' un avatar giocoso. Un alias di me che non deve rispondere o fare i conti."

BLOG: "Saam, ma tu, chi sei veramente?"
Saam: "Questa.   E l'altra. 
Ed anche quel che mai ti ho voluto rivelare. 
Interamente così. Separata. Complicata. Ambivalente. Scissa. Eclettica. Trasparente. Ermetica"

BLOG: "Torna"
Saam: "Non sono mai andata via."






10 commenti:

Anonimo ha detto...

Saamaya Saama
sa bella de sa gama,
it'est kustu male iskurosu
ki non ti lassa reposu?
Saama Saamaìa *
sa nostra "blogger"* dekìa.
No istes sempes andande
in terra anzena kircande
unu pacu de alientu,
fake vrimare su ventu
respira kin animu lentu:
a pustis des partire galu
a kircare e battire regalu.
Qualunque cosa tu abbia: corza e foraggio!(così diceva mio figlio da piccolo)
p.s. avrai notato le varie licenze poetiche che mi son presa, d'altronde le elevate auliche rime ,lo consentono.besitos
mater

Saamaya Saam ha detto...

ma che bel regalo, Mater- Grazie.

gnappetta della Val Gina ha detto...

Ma quanto bene ti voglio Saamuccia mia? :)

Baci

Ah..dimenticavo...
CI VEDIAMO IN PALESTRA!

duhangst ha detto...

Che bello il colluquio con il blog :-)

ruhevoll ha detto...

Saa, meno male che ci sei!!!

Saamaya Saam ha detto...

@Mater mi commuove sempre ed è anche molto amata dalle mie amiche sarde che qua leggono ma che non riescono a scrivere (per non parlare del mio babbo che l'adora).
Non sono in fase di fuga, tranquilli: è che, a volte, mi pesa il mondo e ho bisogno di tanta leggerezza.
Il blog è diventato un'ennesima creatura da seguire, alimentare, nutrire e portare all'aria. Ecco, a volte ho bisogno di far quelle stesse cose a me stessa. E mi porto altrove.

@gnappetta, so che mi capisci, vero: ci sei passata anche tu di recente, se ben ricordo.

@duhangst, io ci parlo sempre davvero o, almeno gli dedico molti pensieri e dediche.

@ruhevoll, ben trovati, tutti.

Anonimo ha detto...

a ruhevoll
d'accordo con te:
meno male che S. c'è.(tranquillo non è silvio)
mater

Lucia ha detto...

Su regalu pius mannu chi nos faghede Saam, - Mater - est sas emoziones chi nos 'attidi a domo a sa torrada dae su viaggiu, cun contos de sa zente c'ada connottu !! Mater ti saludo meda. Lughia

Anonimo ha detto...

"Biada" Saam che può andare a trovare il mondo che ,si suppone, c'è oltre Nuoro.Io, per motivi vari sono"una culi settia"
Per te ,Luchia luchente, ricordo la tiritera che cantavamo per il tuo nome,ogni nome aveva una "crobitta":
Luchiedda male kinta
su risu de su vichinadu
si la tovia s'ammoradu
si la jocada a ispintas
Luchiedda male chinta.(male acconciata, col muncadore "cinto" male)
Bel burka il nostro muncadore, ecco dimostrato che tutto il mondo è paese.
mater

Lucia ha detto...

Mater sese unu ispantu .. non la connoschia , custa, pro Luchia.
Barore maridu meu, si nde ada fattu una risada, , de seguru tue puru connoschese :
"Pizinna, bella pizinna, cantu mi sese agradada. Sa dominiga mudada, su Lunis andende a Linna!"

I tempi erano quelli "MATER" bisognava pensare anche al focolare e al pasto quotidiano. Lughia